C’è un tempo per la matita, uno per l’obiettivo, uno per la scrittura. E poi c’è il tempo in cui ognuna di questa cose si fonde in un unico risultato: l’etereo istante che, al di là della storia e dell’emozione, viene catturato, imprigionato, sfiorato da un obiettivo che gli rende il tempo rubato, consegnandolo ad un’eternità che diviene arte storica. Il senso dell’istante diventa il disegno di un obiettivo romantico, concreto ed etereo. È questo che fa della fotografia di Matteo Nardone un disegno che ferma il tempo, lo scatto preciso di un momento indefinito. Milioni di fotografie. Espressioni, paesaggi, volti che raccontano. Strumenti immortalati nell'attimo della creazione musicale. Scatti d’autore, che segnano momenti storici più dell'ovvietà di una comune messa a fuoco, inflazionata, ricercata sui giornali. Lo scatto ritrova anima, originalità, stile. Se per un attimo il tempo volesse fermarsi, siamo sicuri che sceglierebbe la mano di un poeta fotografo, che ha fatto della sua passione un servizio per gli altri, un servizio per l'arte, per la storie, per gli eventi. L'uomo passa, il tempo fugge mentre l’arte lo cattura, intrappolandolo nell’estasi dell’espressione. È così che la fotografia diventa storia. Il respiro cresce, l’obiettivo sceglie il ritmo, l’uomo sceglie l’istante.

I Transitanti di Via Cupa

"Stanchi di vivere in perenne emergenza, stanchi dell’indifferenza delle istituzioni, alle quali c [...]

Terremoto Centro Italia, 24 agosto 2016

Amatrice, 25 agosto 2016: Vigili del Fuoco

La Maremma

Giornate d'inverno, cielo limpido, azzurro, i gabbiani si lasciano trascinar dalle correnti: salgo i [...]

 
Rome Nature Music Theatre Dance Portraits Niccolò Fabi Compagnia Echoes Bricolage Dance Movement Street Photography Ilaria Porceddu Fashion Book e Shooting Laura Schettino Concerti Primo Maggio Max Gazzè Cinema Materiaviva Performance Piero Pelù News and Politic Le Dissolute Assolte Lucia Rossi Ilaria De Novellis Parole di Lulù Black and White Weddings